Studio Cona | logo

Studio Cona | legge di bilancio 2021 | bozza della legge di bilancio 2021|legge di bilancio 2021 quando entra in v Legge bilancio 2021

Legge bilancio 2021

Di seguito si segnalano le principali novità introdotte dalla legge di Bilancio 2021 (L. 30.12.2020, n. 178), dal decreto legge che ha modificato alcune parti di quest’ultima e dal Decreto Milleproroghe.

Immobili.
o Bonus casa. Prorogati tutti i bonus ordinari per la casa (riqualificazione energetica, bonus facciate, elettrodomestici) fino al 31.12.2021.

o Superbonus 110%. Prorogato fino al 30.06.2022 per le case unifamiliari e al 31.12.2020 per condomini e Iacp se almeno il 60% dei lavori è stato ultimato al 30.06.2020.
o Affitti brevi. La cedolare secca del 21% per gli affitti brevi è riconosciuta solo in caso di destinazione alla locazione breve di non più di quattro appartamenti per ciascun periodo d’imposta. Negli altri casi è presunta la forma imprenditoriale (art. 2082 C.C.).
o Misure antincendio. Rimandato il termine, a 6 mesi dalla fine dello stato di emergenza, per adeguare i condomini di altezza tra i 12 e 24 metri alle nuove misure antincendio.
o Contributo ai locatori. Per gli immobili nei Comuni ad alta tensione abitativa è riconosciuto per il 2021 un contributo ai locatori che riducono il canone.
o Pensionati esteri. Dimezzata l’Imu e ridotta dei 2/3 la tassa rifiuti, a partire dal 2021, per i pensionati non residenti in Italia.
o Fondo mutui prima casa. Prolungato lo stop ai mutui sulla prima casa al 31.12.2021

Famiglie e consumatori.
o Assegno unico per i figli. Stanziati i fondi per ridisegnare le misure di sostegno per le famiglie in favore di un assegno unico e universale, modulato in base all’Isee, per ciascun figlio under 21 a partire da luglio 2021.
o Congedo di paternità. Aumenta a 10 giorni per i figli nati o adottati nel 2021.
o Madri sole con figli disabili. È concesso un contributo mensile nella misura massima di 500 euro netti, per ciascuno degli anni 2021, 2022 e 2023.
o Bonus bebè. Rifinanziato (con 340 milioni di euro per il 2021 e 400 per il 2022) l’assegno di natalità, il sussidio mensile da 80 a 160 euro, calcolato in base all’Isee.
o Bonus nido. Il bonus asilo nido viene rinnovato nel 2021 e rimodulato in base all’Isee.
o Premio alla nascita. L’incentivo una tantum da 800 euro per le future mamme corrisposto dal settimo mese di gravidanza sarà garantito fino all’arrivo dell’assegno unico per i figli, annunciato a partire da luglio 2021.
o Bonus vacanze. Rinnovato fino al 30.06.2021.
o TV. Da settembre 2021 inizierà lo “switch off”, cioè il passaggio dal vecchio digitale terrestre a quello di seconda generazione.
o Kit digitalizzazione. Al fine di ridurre il fenomeno del divario digitale è concesso in comodato gratuito un dispositivo elettronico dotato di connettività per un anno o un bonus di equivalente valore da utilizzare per le medesime finalità.
o Lotteria degli scontrini. Dal 1.03.2021 i consumatori che effettuano acquisti di beni e di servizi presso esercenti che trasmettono telematicamente i corrispettivi potranno partecipare alla cosiddetta Lotteria degli scontrini.
o Studenti fuori sede. Istituito un contributo per le spese di locazione degli universitari fuori sede, con Isee fino a 20.000 euro, che non fruiscono di altri contributi pubblici per l'alloggio e che sono residenti in un comune diverso.

Fisco e imprese.
o Esenzione Cosap e Tosap. Esonerati dal pagamento, per il periodo dal 1.01.2021 al 31.03.2021, i ristoratori e gli ambulanti. Slitta al 31.03.2021 il termine per la presentazione delle domande di nuove concessioni o di ampliamento per l’occupazione di suolo pubblico.
o Contributi Covid. Detassati, ai fini dell’imposizione diretta e dell’Irap, gli aiuti Covid-19 disposti a partire dalla dichiarazione dello stato di emergenza sul territorio nazionale, a prescindere dal soggetto che li ha erogati e indipendentemente dalla modalità di fruizione e contabilizzazione. o Versamenti per soggetti in crisi. Versamenti di dicembre sospesi (per contributi previdenziali e assistenziali, alle ritenute alla fonte, alle addizionali regionali e comunali e all’Iva), da effettuare entro il 16.03.2021 o a rate a partire dalla medesima data per i soggetti con fatturato non superiore a 50 milioni di euro nel 2019 e con un calo di almeno del 33% del fatturato nel mese di novembre 2020 rispetto allo stesso mese del 2019. Sospensione versamenti. Versamenti di dicembre sospesi (per contributi previdenziali e assistenziali, alle ritenute alla fonte, alle addizionali regionali e comunali e all’Iva), da effettuare entro il 16.03.2021 o a rate a partire dalla medesima data, per: le attività sospese a seguito del Dpcm 3.11.2020; oggetto di misure restrittive con sede nelle zone rosse; di ristorazione in zone arancioni o rosse; di tour operator, agenzie di viaggio e alberghi in zone rosse.

o Definizioni agevolate. Prorogato al 1.03.2021 il termine per il pagamento delle rate in scadenza nel 2020 relative ad alcuni istituti di pace fiscale, ovvero di definizioni agevolate e di saldo e stralcio dei debiti tributari.

o Ristorni delle cooperative. È modificato il regime fiscale dei ristorni ai soci di società cooperative, con riduzione dal 26 al 12,5% della ritenuta, sulle somme attribuite ad aumento del capitale sociale, anticipando la tassazione dei ristorni all’atto dell’attribuzione al capitale.

o Falsi esportatori abituali. Introdotto un meccanismo automatico di blocco da parte dello Sdi delle fatture elettroniche con il titolo di non imponibilità.

o Versamenti trimestrali. I contribuenti “minori” che esercitano l’opzione per il versamento trimestrale possono annotare le fatture nel registro entro la fine del mese successivo al trimestre di effettuazione delle operazioni e con riferimento allo stesso mese di effettuazione delle operazioni.

o Bollo e-fatture. Per il pagamento dell’imposta di bollo è obbligato, in solido, il contribuente che effettua la cessione o la prestazione, anche nel caso in cui la fattura sia emessa da un terzo per suo conto.

o Operazioni straordinarie. Imposte anticipate su perdite fiscali e eccedenze di Ace si trasformano in crediti di imposta con il pagamento di una commissione del 25%. Per incentivare fusioni, scissioni o conferimenti d’azienda da deliberare nel 2021, è possibile per il soggetto risultante dall’operazione trasformare in credito d’imposta una quota di deferred tax asset - Dta) riferite a perdite fiscali ed eccedenze Ace previo pagamento di una commissione.

o Invio telematico dei corrispettivi. È previsto un nuovo quadro sanzionatorio per le violazioni.
o Credito d’imposta per cuochi. In favore dei cuochi professionisti per le spese sostenute per l’acquisto di beni strumentali durevoli e per la partecipazione a corsi di aggiornamento professionale è previsto un credito d’imposta per le spese sostenute tra il 1.01.2021 e il 30.06.2021.
o Nuove iniziative nelle Zes. Per le imprese che intraprendono una nuova iniziativa nelle Zone economiche speciali (Zes) è prevista la riduzione dell’imposta sul reddito del 50% a decorrere dal periodo d’imposta nel corso del quale è stata intrapresa la nuova attività e per i sei successivi

o Compensazione di crediti e debiti. Viene costituita una piattaforma telematica dedicata alla compensazione di crediti e debiti derivanti da transazioni commerciali risultanti da fatture elettroniche.

o Meccanismi transfrontalieri. Al via dal 2021 le prime comunicazioni relative ai meccanismi transfrontalieri con obbligo di notifica, in attuazione della direttiva Ue 2018/822 (Dac6).

o Nuovi codici per la fattura elettronica. Aggiornate le specifiche tecniche utilizzabili per le fatture elettroniche: modifica del tracciato XML, nuovi codici natura e tipo documento. Il campo “Natura Operazione” si arricchisce di dettagli per consentire all’Agenzia delle entrate di predisporre una bozza di dichiarazione Iva precompilata.

o Cartelle esattoriali. Niente ulteriore proroga per la sospensione delle cartelle. 

 Partite Iva e professioni.

o Cig per gli autonomi (Iscro). Per il 2021-2023 è istituito in via sperimentale un ammortizzatore ad hoc (Iscro) per gli iscritti alla gestione separata Inps con redditi entro 8.145 euro, con partita Iva da almeno 4 anni.

o Esonero contributi. Esonero parziale dai contributi previdenziali 2021 per lavoratori autonomi e professionisti iscritti alle Casse privatizzate con redditi fino a 50mila euro nel 2019 che hanno avuto un calo del fatturato di almeno il 33% tra il 2020 e il 2019. Necessario il decreto attuativo.

o Rinvio contributi novembre 2020. Nuovo termine versamento dei contributi previdenziali per i datori di lavoro privati con unità produttive od operative nelle zone rosse e commercianti compresi nell’allegato 2 al D.L. 149/2020. Pagamento in unica soluzione o in 4 rate

o Rinvio Iva e trattenute. Soggetti che esercitano attività economiche sospese in qualsiasi area del territorio nazionale; ristoratori in zone arancioni e rosse; commercianti (allegato 2 al Dl 149/2020), gestori di alberghi, agenzie di viaggi in zone rosse riprendono a versare l’Iva e le ritenute alla fonte (comprese addizionali regionali e comunali) sospese a novembre, versando in unica soluzione o 4 rate.

o Acconto Irpef e Irap. Ripresa pagamento della seconda rata dell’acconto Irpef e Irap, dovuto per il periodo d’imposta successivo a quello in corso al 31.12.2019 sospeso a novembre per i titolari di partita Iva che esercitano attività economiche per i quali sono stati approvati gli Isa operanti in zona rossa, nei settori economici individuati negli allegati 1 e 2 del decreto legge Ristori-bis e per i ristoranti in zona arancione.

 Finanza e risparmio.
o Fondi esteri. Niente più ritenuta del 27% per i fondi europei, di investimento collettivo o alternativi, su dividendi o plusvalenze/minusvalenze ottenute a decorrere dal 1.01.2021 da società italiane.
o Credito di imposta per perdite Pir. È introdotto un credito di imposta fino al 20% delle somme investite nei Piani individuali di risparmio (Pir) a copertura delle eventuali perdite maturate nell’arco di almeno cinque anni.
o Cashback. Chiusa la finestra di Natale, partirà il “cashback standard”,

 Ambiente ed energia.
o Bonus sociale. Dal 1.01.2021 lo sconto in bolletta (gas, luce, acqua) sarà riconosciuto in automatico alle famiglie in situazioni di disagio economico.
o Rifiuti speciali. Rientrano nei rifiuti urbani anche quelli prodotti da fonti diverse dalla domestica, ma simili per natura e composizioni ai domestici.
o Tassa sulla plastica. L’entrata in vigore viene prorogata al 1.07.2021.
o Fondo contatori idrici. Istituito il fondo per promozione consapevole dell’uso della risorsa idrica. o Bonus rubinetti. È previsto un “bonus idrico” di 1.000 euro da usare entro il 31.12.2021 per sostituzione di sanitari e rubinetteria con nuovi apparecchi a limitazione di flusso d’acqua.
o Filtri per acqua potabile. Credito d’imposta per acquisto e installazione di sistemi di filtraggio di acqua potabile per ridurre consumo dei contenitori di plastica.
o Mercato tutelato. Stop al mercato tutelato dal 1.01.2021 per servizi di fornitura di energia elettrica e gas per le Pmi.

Appalti
o Spid e Cie. Tutte le P.A. dovranno consentire l’accesso ai propri servizi con Spid e Cie entro il 28.02.2021.
o Subappalti. Scadono le deroghe, previste dal D.L. “Sblocca cantieri” che ha innalzato dal 30 al 40% il tetto per i subappalti.
o Tassa sulle gare. Scade la sospensione del contributo che stazioni appaltanti e imprese devono versare all’Anac per partecipare alle gare d’appalto.
o Canone unico. Abolite le tasse e i canoni per l’occupazione di suolo pubblico (Tosap/Cosap) e l’imposta di pubblicità, sostituite da un canone unico.

 Giustizia e crisi d’impresa.
o Rimborso spese legali. Sarà riconosciuto il rimborso delle spese legali (fino a 10.500 euro) agli imputati nei processi penali assolti con sentenza irrevocabile perché il fatto non sussiste, perché non hanno commesso il fatto o perché il fatto non costituisce reato o non è previsto dalla legge come reato.

o Class action. Le nuove regole permetteranno a chiunque (non più solo ai consumatori) di promuovere cause collettive contro imprese e P.A.

o La riforma della crisi d’impresa. Il nuovo Codice riscrive la disciplina del fallimento puntando ad anticipare l’emersione delle crisi per aumentare le chance di risanamento o di soddisfazione dei creditori.

Trasporti e codice della strada.
o Incentivi auto e furgoni. Previsto un aumento di 2.000 euro del bonus auto elettriche o ibride. Fino al 30.06.2021 incentivi previsti anche per la fascia 61-135 g/km di CO2. Previsto anche un bonus da 800 a 8.000 euro per autocarri e autoveicoli speciali M1.
o Auto aziendali. Aumenta del 10% la quota conteggiata come fringe benefit nello stipendio di chi

ha in uso una nuova auto aziendale che emette più di 160 g/km di CO2.

Turismo e cultura.
o Sconto Imu. Prevista l’esenzione della prima rata Imu 2021 per gli immobili in cui si svolgono attività connesse a turismo, ricettività alberghiera e spettacoli, purché i proprietari siano anche gestori dell'attività.

Tax credit affitti. Estensione del credito d’imposta per i canoni di locazione degli immobili non abitativi, previsto dal Decreto Rilancio, ad agenzie di viaggio e tour operator. Per questi ultimi e per le imprese turistico-ricettive il credito d’imposta spetta fino al 30.04.2021.